Siddharta di Hermann Hesse
Enzo Decaro: Voce Recitante / Riccardo Cimino:Tastiere / Thierry Valentini:Sassofono / Moustapha Mbengue: Percussioni /
  • Scheda
    Non servono molte parole per descrivere il capolavoro di Hermann Hesse, la cui luce continua a brillare per i giovani di tutte le generazioni e per coloro che vogliono ripercorrere a ritroso un percorso esistenziale con le sue pietre miliari. Può un testo letterario dare vita a chi si sente annientato? Forse sì. Succede che nel tortuoso percorso di crescita e cambiamento, il periodo della giovinezza sia particolarmente significativo nel suo succedersi di morti e rinascite. Ecco allora che, l'incontro con un "diamante" letterario può costituire un punto nodale, da cui ripartire per ritrovare il senso delle cose. L'uomo del Novecento può adirarsi con tutti gli dei del cielo… essi ormai sgretolati, dissolti, non interverranno né per salvarlo, né per incenerirlo! Così il giovane sente che l'universo di valori in cui è cresciuto non gli serve più a nulla. Da solo deve intraprendere il suo viaggio…di distruzione e di ricostruzione. Anche la nostra cultura occidentale, proprio per gli aspetti di decadenza e di trasformazione, può riconoscere il suo "volto stravolto" nelle acque di quel fiume... Mai un testo letterario è diventato così attuale. È per questo che Enzo Decaro sceglie e interpreta, con accurata sensibilità, ironia e speranza, alcuni dei passaggi più significativi del romanzo, percorrendo un viaggio musicale accompagnato dalle note del pianoforte di Silvia Cappellini Sinopoli.
    Dettagli
    Foto